lunedì
04
21:15

How to build a time machine

di Jay Cheel — Canada, 2016, 82'
proiezione in inglese con sottotitoli in italiano

guarda il trailer

Due uomini di mezza età su cui l'influsso di una storia di fantascienza di H.G. Wells ha provocato due reazioni molto diverse. La perdita del padre all'età di undici anni ha spinto il fisico teorico Ronald Mallett verso una perenne ossessione per tutta la vita per  il viaggio nel tempo. Incontrando Wells e poi Einstein in giovane età, si è arruolato nell'Aeronautica degli Stati Uniti espressamente per potersi pagare l'istruzione atta a comprendere come funziona lo spazio-tempo. L' ex animatore in stop-motion Robert Niosi ha avuto l'idea di costruire una replica di un proiettore cinematografico che lo aveva attratto nell'infanzia: il congegno a slitta di The Time Machine di George Pal; immaginando un lavoro di tre mesi, l' attenzione ai dettagli e ai materiali lo ha in realtà impegnato per un decennio.Sebbene ognuno sappia quello che avrebbe fatto se la sua macchina avesse funzionato, la messa a fuoco di Cheel sul processo - per esempio le scene di Niosi nella sua officina - rende chiaro che non è questo il punto: entrambi gli uomini hanno trovato qualcosa da preoccuparsi mentre la vita li spinge inesorabilmente verso il futuro.

Presenta il film Remo Garattini, fisico teorico e professore aggregato presso la facoltà di Ingegneria dell’Università di Bergamo.