giovedì
15
giugno
21:15
venerdì
16
giugno
21:15
sabato
17
giugno
18:15 20:00 21:45
domenica
18
giugno
20:45
mercoledì
21
giugno
21:15
giovedì
22
giugno
21:15
sabato
24
giugno
19:45 21:30
domenica
25
giugno
18:30 20:45
lunedì
26
giugno
21:15
martedì
27
giugno
21:15
mercoledì
28
giugno
21:15
sabato
01
19:00
domenica
02
19:00
mercoledì
05
21:15

Lady Macbeth

di William Oldroyd — Gran Bretagna, 2017, 90'
con Florence Pugh, Cosmo Jarvis, Paul Hilton, Naomi Ackie, Christopher Fairbank

guarda il trailervisita il sito

Campagna inglese, 1865. A 17 anni, Katherine è costretta a un matrimonio senza amore con un uomo di mezza età. La noia estrema e la solitudine forzata spingono Katherine, durante una lunga assenza del marito, a avventurarsi tra i lavoratori al loro servizio e ad avviare una relazione appassionata con uno stalliere senza scrupoli. Decisa a non separarsi mai da lui, folle d'amore e non solo, Katherine è pronta a liberarsi di chiunque si frapponga tra lei e la sua libertà di amare chi vuole.

Per gli amanti delle versioni originali, mercoledi 21, 28 giugno e 5 luglio sarà proietatto in inglese con i sottotitoli in italiano.

Ritratto di una dark lady ingenua e perversa, Lady Macbeth ci presenta la giovane Katherine come una donna piena di vita e di sensualità, dolorosamente ignorata dall'uomo dal cui padre è stata comprata (scambiata, com'è consuetudine, per un terreno) e costretta a reprimere il proprio desiderio fino alla soglia della depressione. Sullo sfondo, splendido e ironico, di un maniero ottocentesco di sobria ed affascinante eleganza, fotografato come in una serie non interrotta di dipinti fiamminghi, nelle più suggestive condizioni di luce naturale e di candela, la vittima si trasforma in algida, spietata carnefice. La sua fame si fa ingordigia, la sua determinazione follia, la sua parola recitazione.
Florence Pugh, attrice britannica di cui non potremo non sentir parlare da questo lavoro in poi, sfrutta magnificamente l'occasione offertale dal ruolo e diventa tutt'uno con l'ambiente, restituendone l'apparente immobilità degli interni, il coraggio spregiudicato degli esterni ventosi, la glacialità degli spifferi, che si è fatta amica.

Considerato uno dei maggiori talenti registici del teatro inglese di oggi e già alla guida del London’s Young Vic Theatre, William Oldroyd firma un sensazionale esordio cinematografico, ispirato al racconto di Nikolaj Leskov Lady Macbeth del Distretto di Mcensk.

My movies