Jim Jarmusch: il samurai del cinema americano

Nato ad Akron nell’Ohio ma “naturalizzatosi” newyorkese durante l’adolescenza, Jim Jarmusch è stato negli anni Ottanta uno dei “padri fondatori” dell’indipendenza da Hollywood.

In nome di un immaginario dallo stile low budget e liberissimo (e spesso in bianco e nero proprio per economia), focalizzato a rappresentare l’individuo nella società contemporanea (e in larga parte nei bassifondi metropolitani), e prendendo ispirazione dalla cosiddetta no wave (di cui facevano parte – fra gli altri – Lydia Lunch e John Lurie), Jarmusch fa di New York il suo set ideale per contrastare la “voce grossa” hollywoodiana; e a partire dall’esordio Permanent Vacation (1980) mette in scena un’umanità divagante e senza meta, specchio evidente di un sentire comune durante un’epoca e una politica fondate sul denaro e sul culto della personalità.

È da Stranger Than Paradise – Più strano del paradiso (1984) e soprattutto Daunbailò (1986) che il suo nome si lega davvero a un mondo che della forma da “guerrilla filmmaking” dell’underground mantiene in particolare l’ideologia.

Dead Man (1995) lo consacra come una delle firme più interessanti nell’universo dell’autorialità quale forza anti-sistema cinematografico: e da lì è stato un crescendo, fino a Solo gli amanti sopravvivono (2013) e Paterson (2016).

Tutti i film sono in lingua originale inglese sottotitolata in italiano. L'abbonamento permette l'accesso anche alla proiezione di Paterson mercoledì 15 novembre alle 21:15, in lingua originale non sottotitolata. La rassegna è riservata ai soci del cinema del carbone. Abbonamento 8 film: 28 euro; Biglietto singolo spettacolo: 5 euro.

ottobre

lunedì
23
21:15

Permanent vacation

di Jim Jarmusch — USA, 1980, 90'
con John Lurie, Chris Parker, Leila Gastil

novembre

lunedì
06
21:15

Stranger than paradise

di Jim Jarmusch — USA, 1984, 90'
con John Lurie, Eszter Balint, Richard Edson, Cecilia Stark, Danny Rosen, Rammellzee

lunedì
13
21:15

Mystery train

di Jim Jarmusch — USA, 1989, 113'
con Steve Buscemi, Joe Strummer, Nicoletta Braschi, Yûki Kudô, Elizabeth Bracco

lunedì
27
21:15

Dead man

di Jim Jarmusch — USA, 1995, 123'
con Johnny Depp, Lance Henriksen, Gary Farmer, Alfred Molina, Crispin Glover

dicembre

martedì
05
21:15

The limits of control

di Jim Jarmusch — USA, Giappone, 2009, 116'
con Isaach De Bankolé, Tilda Swinton, Bill Murray, John Hurt, Gael Garcia Bernal, Paz de la Huerta, Youki Kudoh, Hiam Abbass

lunedì
11
21:15

Only lovers left alive

di Jim Jarmusch — Gran Bretagna, Germania, Francia, Cipro, USA, 2013, 123'
con Tom Hiddleston, Tilda Swinton, Mia Wasikowska, John Hurt, Anton Yelchin

lunedì
18
21:15

Gimme danger

di Jim Jarmusch — USA, 2016, 108'
con Iggy Pop, Ron Asheton, Scott Asheton, Dave Alexander, Jim Ostenberg, James Williamson