venerdì
30
18:15

68 e cultura

Guido Viale con Matteo Moca

L'università è l'epicentro del terremoto rivoluzionario del Sessantotto e al tempo stesso il suo primo bersaglio. E' proprio la scuola ad essere vista come l'istituzione che più di ogni altra favorisce la riproduzione del sistema sociale esistente, secondo una logica autoritaria per cui gli studenti vengono educati alla subordinazione verso il potere. Il movimento studentesco si pone da subito il problema dell'elaborazione di forme di trasmissione del sapere e di approccio alla cultura più partecipate, anticonvenzionali, emancipatorie. Nel 1968 Guido Viale pubblica sui "Quaderni Piacentini" Contro l'università, un testo che diviene immediatamente il manifesto delle occupazioni. A cinquant'anni di distanza, Viale (Il 68. Tra rivoluzione e restaurazione; Giorno dopo giorno) si confronta sull'attualità di quelle battaglie con Matteo Moca, studioso di letterature comparate.

L'incontro è preceduto dalla proiezione del mediometraggio DELLA CONOSCENZA di Alessandra Bocchetti, Italia, 1968, 29'