15 settembre 2021

Giovedì 16 settembre riapriamo in sala!

Sarà la commedia spagnola IL MATRIMONIO DI ROSA ad inaugurare la nuova stagione del cinema del carbone, al via giovedì' 16 settembre alle 21:15.

Come già avvenuto ad aprile, la sala riapre in piena sicurezza, seguendo la normativa nazionale e regionale in materia di contrasto al Covid-19; tra queste rientra l'obbligatorietà di controllo del green pass a tutti gli spettatori.

Per snellire le file e rendere più agevole l'accesso al cinema, la novità di quest'anno è la possibilità di acquistare il biglietto anche in prevendita, grazie a un sistema di biglietti on-line direttamente collegato alle pagine film sul nostro sito. Basta cliccare su ACQUISTA IL BIGLIETTO, subito sotto i dati del film, per entrare nella biglietteria virtuale, scegliere il posto e procedere all'acquisto in pochi clic. La prevedità sarà l'unico metodo di prenotazione valido, ma a chi preferisce il contatto umano e a chi la tecnologia proprio non piace ribadiamo: al Carbone si entra sempre.

Vi aspettiamo in sala!

08 luglio 2021

Frozen II spostato all'Auditorium di San Giorgio

Causa maltempo, la proiezione di questa sera giovedì 8 luglio alle 21:30 si terrà nell'Auditorium del Centro Culturale Frida Kahlo anzichè nella Foresta della Carpaneta come precedentemente previsto.

Vi aspettiamo numerosi!

14 giugno 2021

È attivo il nuovo sistema di prevendita online

Ciao! Da oggi potete acquistare il vostro biglietto al cinema del carbone grazie a un nuovo sistema di prevendita dei biglietti on-line, direttamente collegato alle pagine film sul nostro sito. Basta cliccare su ACQUISTA IL BIGLIETTO, subito sotto i dati del film, per entrare nella biglietteria virtuale, scegliere il posto e procedere all'acquisto in pochi clic.

Trovate il pulsante nella scheda del film

È obbligatorio acquistare il biglietto on-line? No, potete sempre venire in sala all'ultimo minuto e acquistare direttamente sul posto. Abbiamo introdotto questo servizio per rendere più agevole l'accesso al cinema, permettendo di evitare le file e anche di passare in cassa. Basterà infatti che abbiate con voi il biglietto - stampato o sulla mail del cellulare - e i nostri volontari lo scansioneranno lasciandovi direttamente accedere in sala. In più, avrete la possibilità di scegliere per tempo il posto preferito.
Il servizio ha un costo di 60 centesimi sull'abituale prezzo del biglietto, che non va a noi ma direttamente al sistema di biglietteria. Resta chiaramente sempre la possibilità di sfruttare la tessera socio per entrare a prezzo ridotto (5,60 anziché 7,60).
Per questo mese, il nuovo sistema convivrà con quello di prenotazione a cui siete abituati, ossia la richiesta tramite compilazione del modulo sul nostro sito, ma da settembre la prevedità sarà l'unico metodo di prenotazione valido.
Ma a chi preferisce il contatto umano e a chi la tecnologia proprio non piace ribadiamo: AL CARBONE SI ENTRA SEMPRE!

03 giugno 2021

Estate '85

Parte come il più classico dei polar. La voce-off e una confessione. Sembra la storia di un omicidio che poi verrà svelata attraverso un lungo flashback. Poi Ozon mette in gioco un magnifico inganno. Lo fa attraverso progressivi svelamenti, diari del protagonista in cui potrebbe esserci uno scarto tra quello che viene raccontato e la verità. Nessuno la conosce davvero. Tranne i due protagonisti. Été 85 procede per contrasti. Il caldo del sole dell’estate e il freddo buio della morte. Eric Rohmer di Pauline à la plage incontra René Clément di Delitto in pieno sole. Ogni incontro è una rivelazione. Come quello con Kate, ragazza inglese venuta in Francia a lavorare come ragazza alla pari. Non ci sono mezze misure. Amore e poi tradimento, evidente negli occhi di Valeria Bruni Tedeschi, nei panni della madre di David, proprietaria di un negozio di articoli sportivi. E anche tutti i legami, come queli tra Alexis e i suoi genitori, sono strettissimi, quasi ossessivi. C’è la libertà del desiderio e la paura di rivelarlo. Été 85 è un cinema a fior di pelle e di nervi che investe e travolge. Le corse in moto, il film visti al cinema insieme, la scena in discoteca con David che da le cuffie del walkman ad Alexis e gli fa ascoltare Sailing di Rod Stewart con lo stesso slancio di Il tempo delle mele. Alexis incantato e riposseduto come Sophie Marceau. La stessa canzone sarà ballata sulla tomba. Il decollo definitivo. Ogni parola è un’impennata. Straziante, ma che avvolge come uno degli abbracci più belli “Anche quando ero con lui, non mi bastava”. Non ci sono freni, non ci sono limiti in Été 85. Perché il tempo della vita (e di questo film per raccontarlo), è troppo breve e non si può sprecarlo inutilmente. Il cinema di Ozon mette in gioco tutto se stesso. Tira fuori tutto quello che ha dentro. Non sbaglia niente ma non calcola niente. Trova due protagonisti azzeccatissimi, Félix Lefebvre e Benjamin Voisin. Sono attori giovanissimi, ma il cineasta li filma come se li conoscesse da 35 anni. Probabilmente è il film della vita di Ozon. Per noi, non è solo il più bello ma anche quello che ci porteremo con noi a lungo.

Simone Emiliani, Sentieri selvaggi.it

20 maggio 2021

Sesso sfortunato o follie porno

Tra i pochi cineasti contemporanei che cercano con pervicacia il punto di connessione tra esigenze narrative e portata teorica e filosofica del costrutto, Radu Jude sta tracciando da anni (per quanto ne debba ancora compiere quarantaquattro) un diagramma scrupoloso della Romania, e per estensione diretta, dell’Europa. Un’analisi spietata, a volte tragica, a volte marxianamente ridotta in farsa. La dicotomia tragico/ridicolo sopravvive anche in Bad Luck Banging or Loony Porn, al punto da rappresentare l’ossatura principale di un discorso sulla morale e sull’ipocrisia di classe – dominante – che Jude affronta ricorrendo come sovente gli capita a riferimenti diretti. Le opere di Jude spesso più che una cinematografia di riferimento si muovono nel campo della bibliografia, del rimando accademico. Come altri cineasti della sempre sorprendente nuova onda rumena (si pensi a Corneliu Porumboiu, il nome che sembra più logico accostargli) Jude gioca con la lingua, la teoria, la filosofia. Elementi che gli servono a corroborare la sua tesi, quella di una nazione infetta da un virus ben più impattante e difficile da debellare del COVID, e da cui è impensabile proteggersi facendo ricorso alle mascherine o al gel per le mani. La Romania mostrata nel film è ancora vittima del fascismo, del socialismo reale, del consumismo, del capitalismo. Vittima sempre e soltanto di qualcosa che la domina, e a cui si asservisce senza battere ciglio. La libertà di pensiero, così come quella di azione – a partire dall’utilizzo del proprio corpo – è bandita, combattuta con forza e coriacea cocciutaggine. Può il cinema inserirsi in un contesto simile cercando di sollevare una dialettica fertile, perché oggettivamente rivoluzionaria?

Raffaele Meale, Quinlan.it

26 aprile 2021

IL CINEMA DEL CARBONE RIPARTE DA MINARI

Da lunedì 26 aprile riprende la programmazione della sala di via Oberdan con il film candidato a sei premi Oscar.

Finalmente si riparte! Il cinema del carbone non perde tempo, e già dal primo giorno autorizzato alza la serranda per far tornare il cinema al cinema.

Dopo sei lunghi mesi di sospensione, per questo ormai insperato avvio di stagione è stato scelto MINARI, film in corsa per ben sei statuette nella notte degli Oscar di ieri sera e trionfatore al Sundance Film festival del 2020. Diretto da Lee Isaac Chung e prodotto da Brad Pitt, MINARI è la storia di una famiglia coreana che si trasferisce nelle campagne dell’Arkansas per inseguire il sogno americano. Un racconto magico e a tratti autobiografico, in cui il miraggio di una vita migliore deve fare i conti con un'America tutt'altro che idilliaca.

All’Oberdan da lunedì 26 aprile a domenica 2 maggio, MINARI è solo l'inizio di una programmazione che prenderà meglio forma nelle prossime settimane. Nonostante gli orari decisamente atipici (l'ultimo spettacolo partirà alle 19.30, per consentire a tutti di rientrare a casa prima dell'inizio del coprifuoco) e le altre limitazioni imposte dalle misure di contenimento, il cinema del carbone punta infatti a far riprendere ai suoi spettatori la buona abitudine di poter scegliere tra un ampio bouquet di titoli, tra ultime uscite e film da riscoprire.

E proprio perché siamo a primavera, a tutti coloro che si presenteranno alle proiezioni di questa prima settimana verrà regalato un sacchetto di "semi di cinema", da coltivare nel proprio giardino o sul balcone di casa. Ogni sacchetto porta il nome di un celebre film dall'anima "verde" e contiene un mix di fiori e piante da far crescere con la stessa passione riservata alla settima arte.

Per informazioni: 0376.369860, info@ilcinemadelcarbone.it, www.ilcinemadelcarbone.it.

01 aprile 2021

2X1000 E 5X1000 AL CINEMA DEL CARBONE

Quest'anno il cinema del carbone è nell'elenco delle associazioni culturali destinatarie sia del 2x1000 che del 5x1000 istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Scegliere il carbone significa valorizzare la cultura, il cinema di qualità, la vita stessa della città. Un aiuto a concreto per ripartire con una nuova stagione insieme.

Se volete sostenerci, scrivete il nostro codice fiscale 02013680208 sulla vostra dichiarazione dei redditi.

01 marzo 2021

Al via il progetto Al Cinema con i Maestri

Il progetto Al Cinema con i Maestri è rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado e prevede la proiezione a ingresso gratuito dei film italiani più significativi dell’ultima stagione alla presenza dei registi. Ad ogni incontro possono partecipare da 50 a 100 studenti (da 2 a 4 classi, anche di istituti differenti). I docenti interessati a partecipare con le proprie classi di studenti possono contattarci alla mail enrico@ilcinemadelcarbone.it per le iscrizioni.

Il progetto prevede la proiezione di una selezione di film dei più importanti registi italiani che in quell'occasione raccontano al giovane pubblico il proprio film guidati dal critico cinematografico Gianni Canova, nella forma di una lezione di cinema.

L’incontro sarà realizzato con collegamento a distanza (via Zoom) e fruibile per le classi dalla piattaforma #iorestoinSALA. A seguire ci sarà la proiezione dei film in streaming.

Al cinema con i maestri vede la collaborazione dei registi, dei distributori e degli esercenti, nella condivisione del valore dell’educazione all’immagine volta alla creazione di nuovi e giovani pubblici, attraverso una rete di sale cinematografiche distribuite in tutta Italia.

Il progetto prevede tre incontri:

___________________

Martedì 2 marzo ore 10-13  

Volevo nascondermi – alla presenza del regista Giorgio Diritti

Antonio è figlio di emigranti. Dopo la morte della madre viene affidato ad una coppia svizzero-tedesca ma i suoi problemi psicofisici lo porteranno all'espulsione. Viene mandato a Gualtieri in Emilia, luogo di cui è originario l'uomo che è ufficialmente suo padre. Qui vive per anni in estrema povertà sulle rive del Po fino a quando lo scultore Renato Marino Mazzacurati lo indirizza allo sviluppo delle sue naturali doti di pittore.

Venerdì 26 marzo ore 10-12.30

La famosa invasione degli orsi in Sicilia – alla presenza del regista Lorenzo Mattotti 

Tonio, figlio del re degli orsi, viene rapito dai cacciatori nelle montagne della Sicilia. In seguito a un rigoroso inverno che minaccia una grande carestia, il re decide di invadere la piana dove vivono gli uomini. Con l'aiuto del suo esercito e di un mago, riesce a vincere e a ritrovare Tonio. Ben presto, però, si renderà conto che gli orsi non sono fatti per vivere nella terra degli uomini.

Mercoledì 14 aprile ore 10-13

Miss Marx – alla presenza della regista Susanna Nicchiarelli

Eleanor detta Tussy è "la più coraggiosa" delle tre figlie del filosofo e teorico politico tedesco Karl Marx. È lei che ne porta avanti l'eredità, anche perché una sorella, Jenny, è morta poco prima del padre, e l'altra, Laura, si è trasferita in Francia. Ma sono soprattutto l'intelligenza e l'indole combattiva di Eleanor a fare di lei la persona più adatta a tenere viva la fiamma del pensiero paterno. Dunque è lei a battersi per i diritti dei lavoratori, le pari opportunità nell'ambito dell'istruzione e il suffragio universale, nonché contro il lavoro minorile. Ma nella vita privata Eleanor non è così lucida e determinata: il suo compagno di vita, Edward, è infatti uno spendaccione fedifrago di cui lei non sa liberarsi.

____________________

Il progetto è a cura di Anteo e Lumière & Co.,  il bando “Cinema per la Scuola – Buone Pratiche, Rassegne e Festival” nell’ambito del “Piano Nazionale del Cinema per la Scuola” promosso dal MIUR e dal MIBACT.

18 gennaio 2021

IL CARBONE PARTNER NEL PROGETTO DI SCUOLA DI VIDEO PARTECIPATIVO E CINEMA DOCUMENTARIO DI ZALAB

Ha preso il via la selezione per la seconda edizione della SCUOLA NAZIONALE DI VIDEO PARTECIPATIVO E CINEMA DOCUMENTARIO organizzata da ZaLab, l’associazione formata da sei film makers e operatori sociali per produrre, distribuire e promuovere documentari sociali e progetti culturali.
La seconda edizione è strutturata in cinque weekend intensivi ONLINE, il venerdì dalle 15 alle 18 e sabato dalle 10 alle 18, nelle date 26-27 febbraio, 5-6, 12-13, 19-20, 26-27 marzo. Visioni online e dibattiti live dei film sono programmati il venerdì ed il sabato tra le 19 e le 22.
Il video partecipativo è una pratica di produzione audiovisiva condivisa; il percorso della scuola tratta le tecniche laboratoriali e la loro applicazione alla pratica e al linguaggio del cinema documentario. I docenti mettono a disposizione la loro esperienza, utilizzando come casi studio i film e i laboratori realizzati.
L'apertura delle iscrizioni è PROROGATA fino alle ore 23.59 del 5 febbraio 2021.
Per iscriversi è necessario compilare il form al seguente LINK: https://form.jotform.com/210045054528346.
Il corso è rivolto a filmmaker, operatori sociali, fotografi, studenti di cinema, DAMS, sociologia, antropologia, scienze politiche, scienze dell’educazione, mediatori culturali etutte le eprsone interessate alla tematica, fino a un massimo di 60 iscritti, selezionati sulla base della candidatura inviata. Il costo per partecipare a tutte le attività di formazione è di 300 euro a persona (Incluso un abbonamento bimestrale alla piattaforma streaming partecipa.zalab.org)
Per i soci del cinema del carbone è applicato uno sconto di 50€ sulla quota di partecipazione, in caso di selezione. Per tutte le informazioni visitate il sito www.zalab.org

10 gennaio 2021

Tante storie in streaming

Cinema e biblioteche di nuovo insieme, questa volta sul web. Martedì 12 gennaio ricomincia TANTE STORIE, il ciclo di incontri e visioni sul mondo presente e quello futuro organizzato dal cinema del carbone e dalla Rete bibliotecaria mantovana. Il tour - avviato a gennaio 2020 nelle biblioteche delle provincia e sospeso a causa della pandemia - riprende da dove si era interrotto, dai lemmi del lessico contemporaneo per immagini, un vocabolario per il secolo XXI in cui ogni parola viene definita attraverso la sua "cine-etimologia"; dalle lezioni di vedere è sapere, l'enciclopedia che sceglie il cinema come strumento di esplorazione dello scibile umano; dagli approfondimenti di la notizia del mese, sguardi sull'attualità attraverso quello che i media (non) ci fanno vedere.

Il primo appuntamento in programma (martedì 12 gennaio) è con lessico contemporaneo per immagini: Corpo è la parola scelta da Barbara Grespi, docente all'Università Statale di Milano, per ripercorrere più di un secolo di esposizione, manipolazione, modellizzazione fatta dal cinema della materia di cui siamo fatti. Altra parola chiave del nostro tempo incerto è Caos, al centro dell'incontro con il direttore editoriale di FilmTV Mauro Gervasini, in programma martedì 26 gennaio.

Venerdì 15 gennaio inizia invece la seconda parte di Cattivi, una filosofica sul male attraverso il cinema condotta da Maura Gancitano e Andrea Colamedici, fondatori di Tlon, scuola di filosofia e casa editrice. La prima lezione è dedicata alla figura della strega (Maleficent e la trasformazione della rabbia), mentre venerdì 29 l'attenzione si sposta sull'alter ego, a partire dal personaggio di Voldemort in Harry Potter.

I cambiamenti climatici e le trasformazioni in corso nella criminalità organizzata sono i temi delle due notizie del mese che completano il programma di TANTE STORIE. Emanuele Bompan, giornalista esperto di tematiche ambientali, martedì 19 gennaio ripercorrerà la storia recente dei negoziati sul clima e degli orientamenti dei prinicipali attori politici internazionali. Lorenzo Tondo, corrispondente dall'Italia di The Guardian, venerdì 22 gennaio ci parlerà della mafia che muore in bicicletta, ovvero delle nuove (o antiche) forme che Cosa Nostra sta assumendo in Sicilia, dopo il declino conosciuto alla fine degli anni '90.

Tante Storie è un ciclo di incontri finanziato grazie al Bando progetti di valorizzazione e promozione di istituti e luoghi della cultura, siti Unesco, itinerari culturali e catalogazione del patrimonio culturale – BIBLIOTECHE ARCHIVI STORICI (l.r. 25/2016 – anno 2019) – REGIONE LOMBARDIA.

Tutti gli incontri avranno inizio alle 18.30. L'accesso sarà possibile attraverso il sistema di videoconferenza Google Meet. Per informazioni: info@ilcinemadelcarbone.it - rbm.calciolari@comune.mantova.gov.it - 0376.352723 (rete biblioteche) - 0376.369860 (cinema del carbone).