martedì
08
maggio
21:15

Che cos'è la musica classica

Lezione-concerto di Giovanni Bietti

“La musica classica può essere cambiata solo dalla personalità dell’esecutore. E’ un’unica musica stabile, immutabile, esatta. Ecco una definizione adeguata: esatta. Forse dovremmo chiamarla così: non musica classica, ma esatta perché si può suonare solo in un unico modo che è indicato dal compositore”. Bernstein argomenta la sua idea di musica classica attraverso Haendel, Beethoven, Mozart, Rimsky-Korsakov, Schumann, Chopin e I can't give you anything but love, Baby d Mc Hugh e Fields.

Considerato uno dei migliori divulgatori musicali italiani, Giovanni Bietti è compositore, pianista e musicologo. E’ collaboratore esterno dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, e ha inoltre insegnato Composizione presso il Conservatorio "V. Bellini" di Catania ed Etnomusicologia presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”. Tiene regolarmente conferenze e in particolare concerti-conferenze, direttamente al pianoforte, presso molti dei più prestigiosi Enti italiani - il Teatro alla Scala, il Festival MITO SettembreMusica, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Il Teatro La Fenice di Venezia, il Teatro Petruzzelli di Bari tra gli altri - ed è il curatore delle seguitissime "Lezioni di Musica", la grande iniziativa di divulgazione musicale che va in onda settimanalmente su Rai-Radiotre, e del ciclo omonimo dal vivo che attira migliaia di persone negli spazi dell'Auditorium-Parco della Musica di Roma. Il suo ultimo libro è Lo spartito del mondo (Laterza, 2018).