sabato
30
18:15

Infantascienza carbonica

DUE TEMPI GIU' IN PARADISO

Infanta è la figlia legittima ma non primogenita del re che sceglie per origine le frasche e i rami al posto della radice e che tuttavia capovolge, con coda di sirena, la strada del suono: ancora una discesa, il distillato che scende nel sottosuolo e si risolve in un Witzenstein misterofonico.

I musicisti del Monte Analogo fluiscono sotto la conduction del luogo stesso e in questo caso il melting what where si condensa nella discesa come cosa e luogo.

Il carbone è il combustibile, il Carbone accoglie la discesa come ventre urbano di balena, cassa di risonanza sotterranea.

40 MINUTI + 40 E INTERVALLO / PER UNA DURATA COMPLESSIVA DI 88 MINUTI

Daniele Goldoni (tromba)

Massimo Menotti (chitarra)

Enea Negri  (basso)

Davide Negrini (percussioni)

Monica Palma (voce)

Giorgio Cigno Signoretti (chitarra)