venerdì
21
21:15

Orfeo ovvero: Dell'impazienza nell'amore

Un pasticcio di opera barocca

Ensemble Petite Reprise

Dorothea Mertens : soprano

Katja Verdi: flauto dolce

Renate Marpert: clavicembalo

Michel Marpert: violino basso

Recitativi letti da Giovanna Granchelli.

Nel 1607, anno in cui Claudio Monteverdi ha messo in scena "Orfeo", una favola in musica, la relazione fra teatro e musica è stata definita. Da allora l'opera lirica è l'arte in cui i compositori mettono in scena le grandi emozioni.

Nel barocco la musica era sempre strettamente legata alla retorica ed all'espressione delle emozioni. Mettere in scena un'opera barocca era sempre una grande impresa con molti cantanti, musicisti, ballerini, quinte ed effetti teatrali.
Però l'opera ha anche una struttura intima e da musica da camera: è fatta di recitativi ed arie a cui participano solo pochi musicisti.Si può quindi realizzare realizzare  opera da camera.

Al Teatro Ravensburg nel 2011 è stata rappresentata l'opera da camera "Favola" di Oscar Strasnoy, con solo due musicisti, cioè un contralto e un suonatore della viola d'amore – una grande opera in piccolo. Questa è l'ispirazione dalla quale è stato creato "ORFEO OVVERO: DELL'IMPAZIENZA NELL‘AMORE": il mito di Orfeo come lo racconta il grande compositore Jean-Philippe Rameau nella sua cantata, cioè la storia del grande cantore che fallisce a causa della sua impazienza.

Nel senso di un pasticcio barocco ci risuona la musica di Rameau e quella di Georg Philipp Telemann; ed i recitativi (parlati) e le immagini proiettate ci guidano attraverso l'azione. Come dice Rameau: " costui oggi sarebe stato felice, se non avesse voluto esserlo troppo presto."

Nella nostra epoca impaziente di una cultura del divertimento, dello zapping e del fast food ecco un messaggio proprio attuale.

DOROTHEA MERTENS ha studiato musica scolastica, canto e studi tedeschi a Trossingen e Friburgo. Il suo obiettivo è la musica antica; si esibisce con vari ensemble nel sud della Germania. Lavora come insegnante di canto e insegna musica al Johann Sebastian Bach-Gymnasium di Mannheim.
KATJA VERDI ha studiato flauto dolce al Conservatorio di Trossingen con un diploma artistico per flauto dolce e musica antica. Si esibisce in Germania e all'estero e suona anche nella Kammerphilharmonie Bodensee-Oberschwaben. Katja Verdi insegna flauto presso la scuola di musica di Markdorf e la scuola di musica comunale diRadolfzell.
RENATE MARPERT ha studiato musica sacra e clavicembalo ai conservatori di Heidelberg e Mannheim. Ha seguito corsi di perfezionamento a Trossingen, in Svizzera e in Italia. Dà concerti in Germania meridionale e insegna pianoforte e clavicembalo presso la sua scuola privata a Weingarten.
MICHEL MARPERT si è applicato dall‘adolescienza all' esecuzione autentica della musica antica. Medico di professione, ha partecipato a master classes e corsi con molti esperti del suo strumento al conservatorio di Trossingen (dove è stato studente alla fine del secondo millennio) e di Freiburg, in Svizzera e in Italia.
GIOVANNA GRANCHELLI è medico patologo a Mantova. Ha studiato privatamente pianoforte e ha frequentato i corsi di formazione teatrale presso la Scuola di Teatro di Mantova. Collabora come attrice amatoriale con il Teatro Minimo di Mantova.
L' ENSEMBLE PETITE REPRISE esiste da 1997.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.