giovedì
22
dicembre
21:15
venerdì
23
dicembre
21:15
sabato
24
dicembre
18:30
domenica
25
dicembre
18:30 20:15
lunedì
26
dicembre
18:45 20:45
martedì
27
dicembre
18:30
domenica
01
17:30
lunedì
02
21:15
giovedì
05
18:30

Fairytale - Una fiaba

di Aleksandr Sokurov — Russia, 2022, 78'
proiezione in russo, tedesco, inglese, italiano con sottotitoli in italiano

guarda il traileracquista il biglietto

Adolf Hitler, Benito Mussolini, Yosif Stalin, Winston Churchill, Napoleone Bonaparte. Gli uomini e i dittatori che hanno per sempre cambiato la Storia si trovano ora in un limbo in attesa di varcare la porta di Dio. Mentre aspettano l’ascesa in paradiso o la calata all’inferno parlano, litigano, scherzano e i loro discorsi si accavallano in una babele di lingue e di declinazioni del potere.

Sokurov torna alle sue grandi ossessioni: la storia e il potere. Ma la prima, ormai, è sempre più proiettata in un’altra dimensione temporale, dove gli eventi, grandi o piccoli che siano, sembrano decomporsi e trascolorare, come in acquarello. Del resto con le incisioni del Piranesi e di altri artisti italiani che fanno da sfondo, tra quelle immagini inquiete di una Roma monumentale ma in rovina, si ritorna alla radice di un’Europa ideale, ma già eretta sulla guerra e sul sangue. Ma, soprattutto, il fatto umano, la costruzione e l’architettura diventano una specie di elemento naturale di un paesaggio più grande. E riguardo al potere, Sokurov non ha bisogno di condannarlo o di abbatterlo. Perché vi riconosce un’entità intrinsecamente destinata alla dissoluzione, a cambiar forma e struttura in continuazione e quindi “incapace” di durare, di persistere. [...]

Mentre le immagini oscillano tra il nitore e una specie di fumo sottile, una coltre dipinta che copre lo sguardo e lo costringe a distrarsi, a divertirsi. Mettendo in discussione la fede in ciò che si vede. La fede nel cinema tutto, persino. E quindi non c’è furia, non c’è condanna. Si intravede un sorriso lontano, quasi un’ironia ascetica. Che non è rassegnazione. Ma una forma estrema di resistenza.

Aldo Spiniello, SentieriSelvaggi

Presentato in concorso al Festival di Locarno e fuori concorso al Torino Film Festival 2022.